Romagna da vivere, Rimini e Cervia in barca

Itinerario in barca nei dintorni di Cattolica

Partendo da Cattolica e puntando la prua verso nord, ci attende una giornata interessante e divertente fra Rimini e Cervia, due cuori pulsanti della Riviera romagnola.

Costeggiando la Riviera romagnola è impossibile annoiarsi: da Cattolica, proseguendo verso nord, superiamo Misano Adriatico e poi la vivacissima Riccione per raggiungere il porto di Rimini, scalo turistico che non ha certo bisogno di presentazioni.

Rimini, non solo movida

Conosciuta per le sue spiagge affollate e per la movida in pieno stile “Abbronzatissimi”, si rischierebbe di sottovalutare Rimini se si pensasse che sia solo questo. Oltre al famoso lungomare, la città ha infatti un centro storico davvero interessante.

I primi insediamenti umani risalgono addirittura al paleolitico inferiore (oltre 800.000 anni fa), ma è con l’epoca romana che Rimini acquisisce importanza. Risalgono a questo momento storico il famoso Ponte Tiberio e l’Arco di Augusto.

Anche il medioevo e poi il rinascimento sono epoche floride per Rimini, vivace città di commerci dominata prima dai Malatesta, poi dai veneziani e quindi dallo Stato Pontificio. Nell’ottocento Rimini era già una città a vocazione turistica, tanto che nel 1843 venne inaugurato il primo stabilimento balneare in Italia.

La città ebbe un ruolo nei fatti che portarono all’unità d’Italia, ma poi conobbe un certo declino, fino alla rinascita – sempre grazie al turismo – conosciuta dal dopoguerra ad oggi.

Rimini è una tappa obbligata lungo la costa romagnola e di certo merita sia un po’ di relax lungo il mare che una visita ai tanti luoghi di interesse, fra cui il tempio Malatestiano, la chiesa di San Giuliano, i già citati Ponte Tiberio e Arco d’Augusto, il Palazzo dell’Arengo, il Castel Sismondo, Palazzo Garampi, la fontana della Pigna, Piazza Tre Martiri, Piazza Cavour e le mura malatestiane.

Navigando verso nord, da Rimini a Cesenatico

Proseguendo verso nord ci si lascia Rimini alle spalle. Superate le spiagge di Torre Pedrera, Igea Marina e Bellaria si può già vedere Cesenatico, località ideale per le famiglie che regala scorci dell’antico borgo di pescatori. Attraccando nel porto che fu progettato nel 1502 da Leonardo Da Vinci è consigliatissimo perdersi fra ristoranti e locali dove gustare il celebre pesce fresco “alla rustide”, oppure nel centro storico e raggiungere la piazzetta delle Conserve.

Cervia, tra storia e natura

Cervia è una piccola città balneare che conta meno di 30.000 abitanti, ma è vivacissima e frequentatissima dai tanti turisti che scelgono di visitarla, anche perché riesce ad attrarre proprio tutti: giovani, famiglie e meno giovani.

Il centro storico merita una passeggiata. Fra un gelato e un aperitivo, sarà possibile visitare varie attrazioni, dal Teatro Comunale a Piazza Garibaldi, dalla cattedrale alla Torre di San Michele, edificata nel 1691, che con i suoi 22,5 metri di altezza ha sempre avuto l’obiettivo di difendere la città e il magazzino del sale.

L’oro di Cervia, infatti, è proprio il sale, a cui è dedicato un intero museo in centro città. Le saline d’altronde hanno determinato le sorti del borgo e oggi sono visitabili. La Salina di Cervia oggi è una riserva naturale che si estende su una ampia superficie di ben 827 ettari. Nel 1959 il rinnovamento tecnologico delle saline fece sì che le 144 saline confluissero in un’unica grande area, nella quale il sale veniva concentrato in enormi vasche. Ancora oggi è possibile ammirare le tecniche tradizionali di raccolta con attrezzature in legno nella Salina di Camillone.

Per chi ama lo spettacolo della natura, inoltre, qui è possibile avvistare una grande quantità di uccelli, fra cui Avocetta, Cavaliere d’Italia, Garzetta e Airone Bianco.

Il Meteo

itinerari in barca / cattolica

Per gli appassionati della pesca

 

Itinerari simili

Da Cattolica all’oasi di Vallugola